Protezione Civile

Protezione Civile

Referente:  Giovanni Hani

Assessore di riferimento: Giuseppe Piccoli

Gruppo volontari del Comune di Treppo

 

Con "protezione civile" si intendono tutte le strutture e le attività messe in campo dallo Stato per tutelare l'integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l'ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi.

La base su cui si fonda il volontariato di protezione civile della nostra Regione è costituita dai Gruppi comunali, conseguenza diretta del fatto che l’Ente base del nostro sistema di protezione civile è proprio il Comune.

In ogni Comune della nostra Regione, infatti, è presente un Gruppo di volontari che mettono gratuitamente  a disposizione della collettività il proprio tempo e le proprie capacità e competenze per svolgere diverse attività di protezione civile:

  1. Attività di prevenzione;
  2. Addestramento e formazione;
  3. Esercitazione;
  4. Emergenza e rischio di emergenza;
  5. Attività di supporto  a grandi eventi.

Ogni Gruppo comunale dispone di una Sede dove riunirsi e depositare i propri mezzi ed attrezzature.

Struttura del Gruppo Comunale

A livello comunale, il responsabile della protezione civile è il Sindaco, che costituisce anche il “capo istituzionale”  del Gruppo di volontari di protezione civile.

Il Sindaco nomina, tra i volontari del Gruppo, un Coordinatore che si occupa della gestione operativa del Gruppo, ovvero dell’utilizzo e manutenzione delle attrezzature in dotazione,  della concreta realizzazione, sempre in accordo con il Sindaco, di tutte le attività svolte dal Gruppo comunale, dell’intrattenimento dei rapporti operativi con la Protezione civile della Regione per la gestione dei volontari e per gli interventi degli stessi durante le diverse attività.

I volontari sono addestrati a cura della Direzione Regionale della Protezione civile per quanto riguarda i vari corsi: antincendio boschivo, elicooperazione, fuoristrada, manager e mediatori tecnologici, motopompe, utilizzo in sicurezza della motosega e ricerca persone disperse (teoria e pratica).

All’interno del Gruppo comunale possono esistere delle Squadre specialistiche, a seconda della tipologia dei rischi presenti sul territorio del Comune, relative al settore dell’Antincendio boschivo e del Soccorso in acqua. Ogni squadra specialistica, se presente, viene gestita da un Caposquadra, che in accordo con il Coordinatore, si occupa di dirigere le attività svolte dalla squadra stessa.

Il nostro Regolamento Comunale è stato approvato dal consiglio comunale il 17 gennaio 1992. All’articolo 1 dice: “E’ costituito il gruppo comunale dei volontari della protezione civile cui possono aderire i cittadini di ambo i sessi, residenti nel comune, allo scopo di prestare la loro opera, senza fini di lucro o vantaggi personali, nell’ambito della protezione civile, entro i limiti dei piani di protezione civile comunale, in attività di previsione, prevenzione e soccorso in caso di calamità riguardanti il proprio territorio, e di ripristino della normalità dopo l’emergenza.”

Gli appartenenti al gruppo sono tenuti a partecipare alle varie attività con impegno, lealtà, senso di responsabilità e spirito di collaborazione; si riuniscono con cadenza mensile e con la medesima cadenza viene eseguita la manutenzione delle attrezzature.

Diventare volontario del Gruppo comunale

In ogni Comune della nostra Regione è costituito un Gruppo comunale di protezione civile. Ogni cittadino che abbia compiuto 16 anni (DPREG 07.10.2009 n. 0279/pres.) può iscriversi al Gruppo comunale del proprio Comune di residenza, rivolgendosi all’ufficio del Comune che si occupa di protezione civile, che fornirà tutte le informazioni necessarie.

Esistono anche Associazioni di volontariato di Protezione civile.

Per maggiori informazioni visitare il sito della Protezione Civile in Friuli Venezia Giulia http://www.protezionecivile.fvg.it/