Referendum Popolare abrogativo 2016

martedì, 23 febbraio 2016

Nella Gazzetta Ufficiale n. 38 del 16 febbraio 2016 è stato pubblicato il Decreto del Presidente della Repubblica 15 febbraio 2016 di "Indizione del referendum popolare per l'abrogazione del comma 17, terzo periodo, dell'articolo 6 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, come sostituito dal comma 239 dell'articolo 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, limitatamente alle seguenti parole: «per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale»".

I relativi comizi sono convocati per la giornata di domenica 17 aprile 2016.

Voto degli elettori temporaneamente all'estero

Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all'estero per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento della medesima consultazione elettorale, nonché dei familiari con loro conviventi, viene riconosciuto il diritto di voto per corrispondenza previa espressa opzione valida per un'unica consultazione.

L'opzione per il voto per corrispondenza deve pervenire al Comune d'iscrizione nelle liste elettorali entro dieci giorni dalla data di pubblicazione del Decreto di convocazione dei comizi elettorali ma il Ministero, nella Circolare n. 3/2016,  ha tuttavia chiarito che, attesa l'estrema ristrettezza dei tempi, il suddetto termine di dieci giorni deve considerarsi come meramente ordinatorio e, al fine di garantire comunque il diritto al voto costituzionalmente tutelato, devono considerarsi valide le opzioni pervenute entro il trentesimo giorno antecedente la votazione (cioè, entro il 18 marzo 2016).


L'opzione può essere inviata:


> per posta al seguente indirizzo: Ufficio Elettorale del Comune di Treppo Grande – Piazza Marconi, n. 3 - 33010 TREPPO GRANDE (UD);
> per telefax al n. 0432 961692;
> per posta elettronica non certificata all'indirizzo:
protocollo@com-treppo-grande.regione.fvg.it
> per posta elettronica certificata all'indirizzo:  comune.treppogrande@certgov.fvg.it;
> recapitata a mano al Comune, anche da persona diversa dall'interessato.


La dichiarazione di opzione, redatta su carta libera e necessariamente corredata dalla copia di un valido documento di identità dell'elettore, deve in ogni caso contenere l'indirizzo postale estero cui inviare il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti previsti dal comma 1 del citato articolo 4-bis, legge 459/2001: a tal fine è possibile utilizzare l'apposito modello predisposto dal Ministero dell'Interno.


>
DICHIARAZIONE DI OPZIONE PER L' ESERCIZIO DEL VOTO PER CORRISPONDENZA NELLA CIRCOSCRIZIONE ESTERO

Voto degli elettori residenti all'estero

Gli elettori residenti all’estero votano per corrispondenza all’estero ma possono optare di esercitare il diritto di voto in Italia.
Il diritto di optare per il voto in Italia deve essere esercitato entro il decimo giorno successivo all’indizione del referendum, cioè entro il 26 febbraio 2016 presentando l’opzione direttamente all’Ufficio consolare operante nella circoscrizione di residenza dell’elettore oppure inviandolo per posta o via telematica , unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità dell’elettore.

 


> MODULO DI OPZIONE per l'esercizio del diritto di voto in Italia