La Variante sostanziale al Piano Regolatore Generale Comunale

Il vigente Piano Regolatore Generale del Comune di Treppo Grande (approvato con delibera di C.C. n. 57 dell’11.12.98 confermata - con modifiche - con D.P.G.R. 0142/Pres. del 07.05.1999 e pubblicato sul B.U.R. n. 21 del 26.05.1999) è stato oggetto, nel corso degli anni, di una serie di Varianti, più o meno puntuali, rivelandosi, allo stato attuale, uno strumento che non rappresenta più ipotesi di sviluppo attuali ed attuabili.

L'Amministrazione comunale quindi, nell’ambito dei propri programmi, ha inteso rivedere lo strumento urbanistico per un suo adeguamento alle sopravvenute esigenze del territorio.

A seguito dell'incarico affidato all'arch. Paola Cigalotto nel mese di marzo 2017, una lunga fase conoscitiva che si è sviluppata in camminate, eventi, consultazioni con i cittadini e con altri portatori di interesse ed associazioni di categoria, ha portato alla stesura dell'elaborato di Analisi urbana e territoriale propedeutiva alle direttive Volume 1 e Volume 2.

Con deliberazione n. 3 del 23 marzo 2017 il Consiglio Comunale ha approvato, ai sensi dell’art. 63 bis, comma 8, della L.R. 23.02.2007 n. 5 e s.m.i., il documento denominato "Direttive", che costituisce il riferimento per gli obiettivi e le attività di progettazione della Variante sostanziale al PRGC.

La procedura di Valutazione Ambientale Strategica

La presente Variante, secondo l'art. 6 comma 2 della , definendo un nuovo quadro di riferimento a livello di pianificazione territoriale comunale, è assoggettato a procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Il documento di Scoping, redatto in conformitò alle linee giuda Ispra, è il primo step della procedura di VAS.

Il Consiglio Comunale, con deliberazione n. 37 del 27 luglio 2017 ha dato ufficialmente avvio alla procedura di VAS per la Variante sostanziale al Piano Regolatore, ai sensi dell’art. 11, primo comma, del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i.

Con deliberazione giuntale n. 71 del 27 luglio 2017 sono stati individuati i soggetti competenti in materia ambientale nonché gli enti territorialmente interessati da consultare nel processo di Valutazione Ambientale Strategica e sono state stabilite forme e modalità per la consultazione pubblica, da integrarsi con il percorso di partecipazione già avviato ed in atto relativamente allo strumento urbanistico generale comunale.